Integrazione per risultati sempre al TOP

person Pubblicato da: Ulderico Marciano list In: Nutrition Life Sopra: comment Commento: 0 favorite Colpire: 80
Integrazione per risultati sempre al TOP

L’integrazione alimentare nello sport è un concetto che, in molti neofiti, suscita idee e impressioni sbagliate.Sport e Integrazione C’è chi, infatti, ripone negli integratori alimentari per lo sport un eccesso di fiducia...

Gli integratori sono dei prodotti alimentari destinati ad integrare la normale dieta, tuttavia nello sportivo possono avere la finalità di garantire un giusto apporto di nutrienti ed energia al fine di minimizzare lo stress indotto dall’esercizio fisico.

Per questo motivo l’integrazione alimentare dovrebbe essere modulata su caratteristiche dell’atleta come età, peso, sesso e composizione corporea; oltre alle caratteristiche intrinseche dello sportivo, anche lo sport praticato influisce a seconda di intensità, tipo, durata e frequenza. Le condizioni ambientali, come umidità e temperatura, rappresentano un’ulteriore variabile; svolgere attività fisica con clima caldo-umido rende necessaria una maggiore integrazione di acqua e sali.

L’utilizzo di bicarbonati è una strategia di integrazione che trova largo impiego in quegli sport ad alta intensità e di lunga durata (canottaggio, corsa) con elevata produzione di acido lattico; proprio un eccesso di questa sostanza tende ad acidificare l’organismo ripercuotendosi in un’alterata e non ottimale contrazione muscolare. Assunzioni di 0,3-0,5g per Kg di peso corporeo di bicarbonato di sodio o citrato di sodio sono in grado di ritardare l’insorgenza del senso di fatica durante l’esercizio fisico ad alta intensità.

L’assunzione della creatina risulta controproducente in chi pratica sport di resistenza (ciclismo, corsa) dato che un aumento di muscolo (e quindi di peso) non aiuta nella prestazione.

Nei maratoneti risulta particolarmente utile un’integrazione di ferro a causa della rottura dei globuli rossi a livello del tallone con conseguente scarso afflusso di ossigeno ai tessuti.

Negli sport anaerobici (100m e altri sport della durata di 20-30 secondi) si deve sprigionare in poco tempo la massima potenza muscolare e gli integratori più utilizzati, oltre alla creatina, sono quelli proteici (proteine del siero del latte o aminoacidi) al fine di sviluppare il più possibile la crescita muscolare. Stessa integrazione proteica è consigliata negli sport di potenza come il powerlifting o il bodybuilding dove il massimo della potenza va sprigionato in tempi ancora più brevi (4-5 secondi).

Negli sport misti che richiedono forza velocità e resistenza (calcio, tennis, basket) l’integrazione più usata è quella fatta con creatina seguita da carboidrati e sodio al fine di ripristinare le riserve muscolari e i sali minerali nel post-gara.

Per lo sportivo sarà quindi importante avere una corretta alimentazione e che l’utilizzo di integratori avvenga senza eccessi e sia limitato al caso in cui il carico di allenamento e di stress muscolare risulti particolarmente intenso.

Commenti

Nessun commento in questo momento!

Lascia il tuo commento

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre
  • Registrare

Nuovo Registro conti

Hai già un account?
Entra invece O Resetta la password